logo comune

Raccolta Rifiuti

Ufficio di riferimento: Ufficio Tecnico icona per la stampa della pagina

Descrizione Procedimento

Nel comune di Osnago sono vigenti le seguenti modalità di raccolta dei rifiuti:

RACCOLTA A DOMICILIO

MARTEDI’

  • Sacco trasparente (rifiuti indifferenziati)
  • Biodegradabile (rifiuti organici-umido)
  • Vetro (ogni 2 settimane)

VENERDI’

  • Biodegradabile (rifiuti organici- umido)

A VENERDI' ALTERNI

  • Bidone giallo (carta/cartone)
  • Sacco viola (plastica/alluminio/tetrapak)

Cosa inserire nei sacchi

Per sapere cosa inserire nei sacchi è utile consultare il sito della SILEA ed in particolare il seguente link https://www.sileaspa.it/servizi/servizi-ai-cittadini/abc-lo-butto/

Quando mettere i sacchi e i secchielli in strada

A garanzia dell’igiene ed a tutela del decoro, i rifiuti domestici devono essere depositati all’interno di idonei contenitori. Essi devono essere collocati sulla pubblica via innanzi al proprio civico – in caso di strada privata essi dovranno essere posti all’imbocco della pubblica via - non prima delle ore 19.00 del giorno precedente la raccolta e i contenitori devono essere rimossi dalla pubblica via non appena possibile comunque entro le ore 19.00 del giorno di raccolta.

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Il compostaggio è un processo naturale che permette di ottenere dagli scarti organici di cucina (filtri di caffè, scarti di frutta e verdura, resti di cibo, ecc.) e del giardino (foglie, sfalci d’erba, potature, ecc.) del terriccio ricco di humus, chiamato compost.

In natura la sostanza organica non più utilizzabile, come ad esempio le foglie secche e altri residui vegetali, viene decomposta grazie a microrganismi che la restituiscono al terreno: attraverso tale processo biologico nasce l’humus. L’humus in natura è una preziosa riserva di nutrimento poiché libera lentamente ma costantemente azoto, fosforo e potassio nel suolo.

Tramite il compostaggio è possibile imitare i processi che in natura riconsegnano la sostanza organica al ciclo della vita, in maniera controllata e accelerata.

In più, effettuando il compostaggio domestico, si ha diritto a uno sconto sulla tassa rifiuti.

IN FONDO ALLA PAGINA TROVATE I LINK RELATIVI AL COMPOSTAGGIO

PIATTAFORMA ECOLOGICA INTERCOMUNALE

(rimando ad altra scheda - vedi link in fondo alla pagina)

ECOSTAZIONE MOBILE PER RIFIUTI SPECIALI

L'ecostazione mobile sarà presente presso la piattaforma ecologica intercomunale di via Regina a Cernusco Lombardone ogni primo lunedì del mese dalle ore 11:00 alle ore 12:20 e dalle ore 13:00 alle ore 14:15.

Per sapere cosa conferire è possibile consultare https://www.sileaspa.it/servizi/servizi-ai-cittadini/ecostazione-mobile/

RACCOLTA SU CHIAMATA

Il Comune di Osnago tramite SILEA che si avvale della ditta IL TRASPORTO di Perego la raccolta a domicilio di rifiuti speciali quali:
  • tubi catodici (televisori)
  • frigoriferi
  • congelatori
  • lavastoviglie
  • lavatrici
  • stufe in ferro e in ghisa
  • cucine a gas
  • condizionatori
  • caldaie murali

Il servizio viene effettuato gratuitamente, telefonando allo 039/5311661.

RACCOGLITORI STRADALI

Le campane del vetro sono state tolte dal territorio e la raccolta del vetro avviene ora con la modalità porta a porta ogni 2 settimane, il martedì. L'apposito contenitore (secchiello blu) deve essere posto davanti al proprio passo carraio a partire dalle 19 della sera precedente il giorno di raccolta, fino alle ore 6 della mattina.

I farmaci scaduti o avariati devono essere raccolti negli appositi contenitori situati presso le farmacie o gli ambulatori: i contenitori stradali sono siti al di fuori del municipio e in via Roma angolo via XX Settembre.

Le pile possono essere raccolte negli appositi contenitori situati presso l’isola ecologica oppure nei contenitori stradali sono siti al di fuori del municipio, in via Roma angolo via XX Settembre.

I contenitori per la raccolta degli abiti, indumenti e scarpe usati sono posizionati sul territorio comunale in corrispondenza di Viale delle Rimembranze, Via per le Orane, Via Donizzetti, Via Pinamonte, Via Trento. La gestione di tali contenitori è affidata alla Cooperativa Sociale Padre Daniele Badiali e dal Consorzio Farsi Prossimo Soc. Coop. Soc. Onlus di Milano in qualità di ente delegato dalla Caritas Ambrosiana alla promozione e alla gestione dell’attività di raccolta di indumenti usati sul territorio della Diocesi di Milano

NORME GENERALI

  • In considerazione dell’elevata valenza sociale ed economica, le frazioni di rifiuto per le quali è prevista la raccolta differenziata devono essere conferite nei contenitori a tal fine preposti. Tali contenitori non devono, in alcun modo, essere utilizzati per il conferimento di materiali diversi da quelli per i quali sono stati preposti . In particolare la raccolta dei rifiuti biodegradabili deve essere effettuata attraverso l’utilizzo di sacchetti in mater-bi che devono essere posti sulla pubblica via in contenitori idonei in grado di contenere i liquidi eventualmente formatisi
  • E’ vietato smaltire attraverso la raccolta urbana, elettrodomestici, apparecchi elettronici, ingombranti, residui di lavorazioni artigianali o industriali, nonché rifiuti pericolosi o rifiuti tossico-nocivi, materiali derivanti da lavori edili per i quali è necessario utilizzare le apposite strutture di smaltimento (Piattaforma Ecologica – Raccolta su chiamata a mezzo dell’Ecostazione Mobile-Impianti specializzati).
  • L'abbandono e il deposito incontrollati di rifiuti sul suolo e nel suolo sono vietati.
  • E’ vietato inserire rifiuti domestici e ingombranti nei cestini stradali.
  • È altresì vietata l'immissione di rifiuti di qualsiasi genere, allo stato solido o liquido, nelle acque superficiali e sotterranee
  • Fatta salva l'applicazione della sanzioni di cui agli articoli 255 e 256 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., chiunque viola i divieti di cui sopra è tenuto a procedere alla rimozione, all'avvio a recupero o allo smaltimento dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi in solido con il proprietario e con i titolari di diritti reali o personali di godimento sull'area, ai quali tale violazione sia imputabile a titolo di dolo o colpa, in base agli accertamenti effettuati, in contraddittorio con i soggetti interessati, dai soggetti preposti al controllo. Il Sindaco dispone con ordinanza le operazioni a tal fine necessarie ed il termine entro cui provvedere, decorso il quale procede all'esecuzione in danno dei soggetti obbligati ed al recupero delle somme anticipate.

SANZIONI AMMINISTRATIVE

Chi viola le norme sopra riportate è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 50.00 a € 300.00 e all’obbligo della pulizia dell’area circostante il luogo di deposito dei rifiuti, se non verrà provveduto alla pulizia, l’autorità comunale potrà provvedere direttamente salvo rivalsa della spesa verso gli inadempienti. In particolare per quanto attiene la raccolta la sanzione verrà attribuita al complesso o unità abitativa innanzi cui il rifiuto è esposto. Nel caso di condomini, corti o contesti plurifamiliari con più accessi la sanzione verrà attribuita all’Amministratore di Condominio o a tutti i proprietari.

SANZIONI GENERALI

Riguardo la tematica dei rifiuti oltre alle sanzioni amministrative valgono le sanzioni riportate nel D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. artt. 254-263. In particolare si ricorda che chiunque abbandona o deposita rifiuti ovvero li immette nelle acque superficiali o sotterranee è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da trecento euro a tremila euro. Se l'abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio. Inoltre i titolari di imprese ed i responsabili di enti che abbandonano o depositano in modo incontrollato i rifiuti ovvero li immettono nelle acque superficiali o sotterranee in violazione del divieto sono punito:

  1. con la pena dell'arresto da tre mesi a un anno o con l'ammenda da 2.600 euro a 26.000 euro se si tratta di rifiuti non pericolosi;
  2. con la pena dell'arresto da sei mesi a due anni e con l’ammenda da 2.600 euro a 26.000 euro se si tratta di rifiuti pericolosi.

REQUISITI

E’ necessario utilizzare gli appositi contenitori e sacchetti per una corretta esecuzione della raccolta differenziata.

E’necessario rispettare gli orari e le regole stabilite nel regolamenti comunali e la normativa vigente in materia.

COSTO

I costi saranno inseriti all’interno della TIA .

NORMATIVA

D.lgs.152/2006 e s.m.i.

Regolamento di polizia urbana art.15

Allegati

Raccolta differenziata

Link utili

Link per il COMPOSTAGGIO DOMESTICO

CALENDARIO RACCOLTA

Privacy - Note legali - Credits