logo comune

Pubblicazione di matrimonio

Ufficio di riferimento: Ufficio Anagrafe, Stato civile, Leva ed Elettorale icona per la stampa della pagina

Data Revisione

22/04/2013

Descrizione Procedimento

La pubblicazione di matrimonio deve essere richiesta all’Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui uno degli sposi ha la residenza. L’atto di pubblicazione resta affisso all’albo pretorio on-line nei Comuni di residenza degli sposi per un periodo minimo di 8 giorni consecutivi.

Il matrimonio può essere celebrato a partire dal 4° giorno dalla compiuta pubblicazione ed entro i successivi 180 giorni.

Entrambi gli sposi, devono presentarsi con un documento di identità valido, all'ufficio di stato civile e in tale sede viene firmato il processo verbale relativo alle pubblicazioni e viene concordata la data del matrimonio civile. L’ufficio di stato civile acquisisce d’ufficio i documenti necessari.

Regime patrimoniale

Con il matrimonio i coniugi possono scegliere il regime patrimoniale della comunione o separazione di beni dandone comunicazione in tempo utile per la redazione dell’atto di matrimonio in modo corretto.

Si consiglia che, dal momento dell’avvio del procedimento di pubblicazione sino alla celebrazione del matrimonio non vengano effettuati cambio di residenza ( da e per altro comune ) .

Requisiti

Che almeno uno dei nubendi sia residente nel Comune.

Documentazione Necessaria

Documento d’identità valido.

Modulo allegato debitamente compilato.

Alcuni documenti non sono acquisibili d'ufficio e devono essere prodotti dagli interessati , si descrivono di seguito le casistiche più diffuse:

nel caso di matrimonio religioso:  richiesta di pubblicazione del ministro di culto.

nel caso di sposi stranieri: 

di prassi è necessario presentare il nulla-osta al matrimonio rilasciato ai sensi dell’art. 116 del C.C. dal Consolato o Dall’Ambasciata straniera in Italia  ( in regola con la legalizzazione o apostille ) . Pero, vista la complessità delle casistiche e convenzioni che variano a seconda della cittadinanza posseduta , è in ogni caso opportuno rivolgersi all’ufficio di stato civile.

 se non si conosce la lingua italiana, si deve essere assistiti da un interprete sia durante la lettura del verbale di pubblicazioni che durante la celebrazione del matrimonio.

Costo

Le marche da bollo occorrenti per la procedura e a seconda dei casi ( religioso o civile) saranno assolte direttamente dall’ufficio in modo virtuale.

Normativa

DPR 03/11/2000 n. 396 dall’art. 50 all’art. 62; Codice Civile articoli 82 - 84 – 10; Legge 27/05/1929 n. 847; Legge 25/05/1985 n. 121 articolo 8; Legge 04/01/1968 n. 15 articolo 2; Legge n. 127/97.

Tempistica

Fissare l’appuntamento con l’ufficio di stato civile.

Documentazione

Modulo per pubblicazioni di matrimonio
Privacy - Note legali - Credits