logo comune

Assegno INPS di maternità concesso dai Comuni

Ufficio di riferimento: Ufficio Servizi Sociali icona per la stampa della pagina

Descrizione Procedimento

L'assegno di maternità è una prestazione sociale concessa dal proprio Comune di residenza ed erogata dall’INPS in presenza di determinati requisiti. 

L'importo mensile dell'assegno di maternità, spettante nella misura intera, è pari a 342,62 euro per 5 mensilità e, quindi, complessivi 1.713,10 euro per ogni figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo nel corso dell'anno 2018.

Requisiti di ammissibilità

L'assegno di maternità può essere concesso alle donne / madri che ne fanno richiesta:

- con residenza nel Comune di Osnago;

- con cittadinanza italiana, comunitaria, non comunitaria in possesso di permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo o della vecchia carta di soggiorno ovvero in possesso dello status di rifugiate politiche o della carta di soggiorno di familiare di cittadino dell'Unione Europea (o italiano), di durata quinquennale, nonché in possesso di carta di soggiorno permanente per familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro;

- entro i 6 mesi dalla nascita di un figlio o dalla data di ingresso nella famiglia, in caso di affidamenti preadottivi o di adozioni senza affidamento;

- che non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità o che beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto all'importo dell'assegno;

- con un valore I.S.E.E. per le domande relative ai nati nell'anno 2018 pari a 17.141,45 euro.

Documentazione Necessaria

Alla domanda di assegno di maternità occorre allegare i seguenti documenti al fine di comprovare il possesso dei requisiti necessari:

  1. Documento d’identità della madre richiedente;
  2. Documento di soggiorno in caso di madre non comunitaria;
  3. Certificato di nascita del figlio/a;
  4. Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) e relativa attestazione ISEE rilasciata da un C.A.F. nell'anno 2018;
  5. Autocertificazione nella quale la richiedente è tenuta a dichiarare sotto la propria responsabilità di non avere diritto, per il medesimo evento, a trattamenti economici per la maternità ovvero, nel caso in cui ne abbia diritto, la somma complessiva dell'indennità o di altro trattamento economico percepito o spettante ai fini del calcolo della quota differenziale.

Costi

Nessuno rivolgendosi per la predisposizione della domanda di assegno di maternità per l'anno 2018 ad un Centro di Assistenza Fiscale (C.A.F.) convenzionato con il Comune di Osnago, ovvero:

- C.A.F. ACLI Service Lecco;

- C.A.A.F. CGIL Lombardia;

- C.A.F. CISL Lombardia.

Riferimenti normativi

Articolo 13, Decreto Ministeriale n° 452 del 21/12/2000.

Articolo 74, Decreto Legislativo n° 151 del 26/03/2001.

Circolare n° 35 del 28/02/2018 avente ad oggetto "Assegno per il nucleo familiare e assegno di maternità concessi dai Comuni. Rivalutazione per l'anno 2018 della misura degli assegni e dei requisiti economici."

Tempistica

La domanda di assegno di maternità - predisposta presso un C.A.F. convenzionato con il Comune di Osnago - deve essere presentata presso l'Ufficio Protocollo o l'Ufficio dell'Assistente Sociale del Comune di Osnago negli orari di apertura, entro 6 mesi dalla nascita del figlio/a o dalla data di ingresso nella famiglia anagrafica, in caso di affidamento preadottivo o di adozione.

L'Ufficio Servizi Sociali provvederà ad inviare al C.A.F. l'autorizzazione alla trasmissione all'INPS della domanda di assegno di maternità.

Allegati

AVVISO "ASSEGNO DI MATERNITà - ANNO 2018"
CIRCOLARE INPS N. 35 DEL 28/3/2018
GAZZETTA UFFICIALE N. 36 del 13/2/2018
Privacy - Note legali - Credits